Un video per CIASCUN Diritto!

Loading...

Petizione di Gioventù per i Diritti Umani

giovedì 8 novembre 2007

Rispetta la fede religiosa degli altri...

Libertà di culto: Diritto di professare liberamente la propria religione.

"Rientra tra i diritti inviolabili della persona previsti dalla Costituzione.

L'articolo 19 riconosce a tutti la libertà di professare liberamente la propria religione, di farne propaganda, di esercitarla in pubblico e in ambito privato.
La Costituzione riconosce, quindi, tale diritto a tutti i cittadini, che possono professare il proprio credo liberamente, facendo anche opera di proselitismo. L'unico limite all'esercizio di questo diritto si ha quando il modo in cui viene esercitato il culto risulti contrario al buon costume..."
(da msn Encarta)

Ma il punto su cui vorrei farvi riflettere è il rispetto...troppe guerre si sono combattute perchè si dimenticava di essere tolleranti e di rispettare il culto di un altro paese, di un altro popolo, o, semplicemente, di un'altra persona.
...Il mondo può cambiare se ognuno di noi, nel nostro piccolo, cominciando da subito, si attiva a tal proposito...io ci provo tutti i giorni ^_^

... & un utile precetto da seguire, che ci conduce verso la felicità, è il seguente...guarda il video ^_^!

lunedì 5 novembre 2007

GRANDISSIMA NEWS: Piemonte - La Regione approva legge contro l'abuso di sostanze psicofarmacologiche sui bambini

Grande!!!
Una grande notizia non può non essere pubblicata sul mio blog!!! ^_^

Martedí 30 ottobre alle ore 14,00 il Consiglio regionale piemontese ha approvato all'unanimità la Legge n.405:"Norme in materia di uso di sostanze psicotrope su bambini ed adolescenti", proposta dal Consigliere Regionale Gianluca Vignale (AN) e dal Presidente del Consiglio Regionale Davide Gariglio (Margherita).
Punti cardine della legge sono l'art. 4 che vieta la somministrazione di test per l'ADHD e altri testi psicopatologici all'interno delle strutture scolastiche, e l'art. 3 che introduce l'obbligo del consenso informato che deve essere sottoscritto dai genitori del minore per i quali è stato proposta la somministrazione di psicofarmaci.
Secondo la legge deve essere predisposto un modulo per il consenso informato "attraverso il quale il medico di medicina generale, il pediatra di libera scelta, lo psichiatra o il neuropsichiatra infantile interessato fornisce, in forma scritta e in modo dettagliato, oltre ai vantaggi presunti, esaurienti informazioni in ordine agli effetti collaterali del farmaco consigliato, ai possibili trattamenti alternativi ed alle modalità di somministrazione."
"Questo provvedimento legislativo, senza precedenti in Europa, rappresenta un grande passo avanti per la protezione dell'infanzia e delle famiglie a fronte di una campagna di marketing che cerca di vendere nuove malattie senza alcun fondamento scientifico", afferma Roberto Cestari, medico e presidente del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU), ente promotore dell'iniziativa legislativa.

Info tratte da www.asgmedia.it